Calvizie giovanile: la testimonianza di Mattia


La caduta capelli precoce non è, come molti pensano, un falso mito da sfatare, ma, stando a diversi studi di settore, si tratta di una realtà molto diffusa sia tra gli uomini che tra le donne anche giovanissimi. Circa un terzo della popolazione mondiale, infatti, pare essere affetta da calvizie in modo più o meno grave già tra i 12 e i 20 anni.

Le problematiche relative al diradamento capelli in giovane età ha spesso implicazioni genetiche, ormonali o legate al tipo di alimentazione che si segue, o ad altre cause. La perdita dei capelli e la calvizie non sono necessariamente legati all’età anagrafica di chi ne è colpito.

La caduta capelli in giovane età ha sicuramente delle ripercussioni psicologiche su chi ne è colpito, che si tratti di ragazze o di ragazzi. Essere colpiti da calvizie a 20 anni, infatti, può provocare un profondo senso di insicurezza, tale per alcuni da suscitare un ritiro rispetto a certe occasioni della vita sociale e una chiusura verso le attività specifiche come sport o giornate all’aria aperta.

Low level laser therapy – Istituto Giglio

La storia di Mattia è sicuramente comune a quella di tanti ragazzi che cominiciano a perdere i capelli giovanissimi.

Dopo aver cercato in tutti i modi di contrastare la caduta dei capelli e trovandosi a disagio con la sua nuova estetica, con il trattamento Low Level Laser Therapy di Istituto Giglio ha finalmente trovato una soluzione per risolvere il problema della sua calvizie giovanile, ritrovando la sicurezza in se stesso e la soddisfazione per il proprio aspetto.

WordPress Video Lightbox