Alopecia Fibrotica Frontale, una malattia rara ma che continua a colpire le persone

L’alopecia fibrotica frontale è una variante rara del Lichen planopilaris. Essa è caratterizzata dalla perdita simmetrica e progressiva dei capelli, che si verifica a bande nella parte frontale del cuoio capelluto.
Alopecia fibrotica frontale

L’alopecia fibrotica frontale colpisce prevalentemente donne in menopausa, ma è stata riscontrata anche in donne in premenopausa e negli uomini.

La malattia consiste in una progressiva retrocessione dell’attaccatura frontale e temporale. Circa metà dei casi studiati hanno perso anche le sopracciglia. La probabilità di perdita di peli nel resto del corpo è minore.

L’alopecia è localizzata a livello dell’attaccatura frontale, temporale e parietale, mentre la parte occipitale è colpita raramente.

La cute della regione alopecica è riconoscibile a causa dell’assenza di segni di fotoinvecchiamento e le vene sono particolarmente visibili a causa dell’atrofia cutanea.

Dal punto di vista istopatologico, il quadro è caratterizzato da un infiltrato linfocitario che preferenzialmente localizzato attorno all’istmo e all’infundibolo del follicolo pilifero, fibrosi perifollicolare lamellare concentrica e degenerazione liquefacente focale degli epiteliociti basali del follicolo. Nelle fasi iniziali della malattia si osserva un eritema perifollicolare particolarmente evidente a livello della linea marginale di inserzione dei capelli.

Con metodi immunoistochimici si è potuto dimostrare che le cellule infiltranti perifollicolari sono soprattutto rappresentate da linfociti T CD4 HLA-DR+ attivati.

Si pensa che la malattia sia dovuta a fattori ormonali, anche se l’origine esatta rimane ancora sconosciuta.

Chiunque aveva perso il sorriso e temeva per la salute dei loro capelli e per il rischio di poter diventare calve ora non hanno più paura.Alopecia fibrotica frontale Grazie al nostro G Check-up hanno individuato il loro problema ed in seguito lo hanno risolto insieme a noi di Istituto Giglio.

Open Days della Prevenzione 2021: fino al 30 novembre, le prime 150 persone, per ogni sede, che prenoteranno il loro G Check Up potranno usufruire della visita in maniera totalmente gratuita.

WordPress Video Lightbox