Esame Cute e Capelli *fino al 31/07/2018

Alopecia areata

Alopecia areata: che cos’è e come si manifesta

L’ Alopecia areata è una patologia in cui la repentina caduta dei capelli, o di altri peli del corpo, si manifesta tipicamente con chiazze glabre. Storicamente il primo studioso a definire questa patologia fu un medico romano, Aulo Cornelio Celso intorno al 30-20 a.c. Da questo medico, arriva infatti la definizione storica di Area Celsi, nonostante si ritiene che la regina Nefertiti nell’antico Egitto ne fosse già affetta.

L’Alopecia Areata è una patologia piuttosto diffusa e colpisce circa l’1% della popolazione senza distinzione di età, sesso o gruppo etnico. Essa si manifesta con la caduta di capelli a ciocche, per cui nella maggior parte dei casi si formano delle zone circolari pressochè prive di capelli. In alcuni casi si assiste addirittura alla caduta di tutti i capelli nel giro di poco tempo, anche in sole 48 ore (Alopecia Areata totale). Nelle forme peggiori si manifesta con la perdita di tutti i peli del corpo ( Alopecia Areata universale).

Solitamente le prime chiazze si manifestano nel cuoio capelluto e, nella maggior parte dei casi, si risolve spontaneamente, senza mostrare segni di cicatrici. Non è contagiosa  ma la sua comparsa e il suo decorso sono assolutamente imprevedibili.

Alopecia areata prima dopoCaratteristiche

L’Alopecia Areata viene definita come una patologia autoimmune. Ad un certo punto il sistema immunitario non riconosce più come proprie le cellule dei follicoli piliferi, il follicolo entra in una situazione di stasi e non riesce più a produrre un capello sano. Non è ancora ben chiaro il motivo che porta improvvisamente capelli o peli a cadere. Si ritiene, però, che una particolare combinazione di geni predisponga alla patologia. Essa si manifesta, infatti, in seguito ad un fattore scatenante di natura fisica o psicologica.

L’Alopecia Areata è facilmente riconoscibile. Sul cuoio capelluto, così come sulla barba o in altre zone provviste di peli, si evidenziano chiazze circoscritte. Queste chiazze possono essere:

– glabre e lisce, di colore bianco o lievemente rosato, prive di squame;

– con presenza ai margini di peli cadaverizzati (simili a punti neri x accumulo di cheratina);

– con presenza ai margini di capelli a punto esclamativo (della lunghezza di 2-4mm con la parte distale che si assottiglia approssimandosi alla cute);

– presenza di yellow dots (punti gialli x l’accumulo di residui e secreti non pigmentati).

La caduta interessa soprattutto i capelli colorati e non i capelli bianchi di cui la regina Maria Antonietta è un’ esempio storico. Generalmente l’ Alopecia Areata inizia a manifestarsi sulle aree perimetrali del cuoio capelluto che possono poi confluire poi verso il centro (OFIASI) ed è spesso associata ad alterazioni ungueali.

L’Alopecia Areata non provoca dolore fisico ma a livello psicologico può avere effetti devastanti tanto da modificare completamente lo stato mentale di una persona, soprattutto se si tratta di una donna che sta perdendo i capelli.

In quest’ottica l’Istituto Giglio & Co. mette a disposizione moderni trattamenti di stimolazione per la crescita dei capelli e nei casi in cui la perdita sia stabile da diversi anni la Divisione Biopelle Hair e la Divisione Biopelle Hair Donna sono in grado di fornire un valido supporto per il completo reintegro dei capelli persi.

Nella pagina testimonianze puoi ascoltare l’esperienza di tantissimi clienti che grazie a Istituto Giglio hanno ritrovato il sorriso e la gioia di accarezzarsi nuovamente i capelli.

 

 

 

 

Leave a comment