Forfora o pitiriasi

www-istitutogiglio-it-9La forfora o pitiriasi è una condizione che rientra nelle anomalie del cuoio capelluto, molto diffusa, che colpisce persone di tutte le età. Spesso,è accompagnata da prurito al cuoio capelluto e, si manifesta con abbondanti desquamazioni

In condizioni fisiologiche In tutti gli individui, si verifica una desquamazione quasi impercettibile ad occhio nudo, dovuta al naturale ricambio (turnover) dello strato corneo dell’epidermide, visibile osservando da vicino i capelli con una lente da ingrandimento o mediante indagine microscopica del cuoio capelluto.

In condizioni, invece, di alterazione a carico della cute la forfora, si presenta più abbondante con evidenti scaglie biancastre causando, uno sgradevole “effetto neve”.

Esistono diversi tipi di forfora:

La forfora secca (pitiriasi secca), si presenta con squame biancastre e solitamente non si accompagna a diradamento dei capelli. Questa condizione,  aumenta nel periodo invernale e può ulteriormente incrementarsi nei periodi di maggiore stress. Il prurito alla testa è un sintomo che si manifesta in forma non eccessiva, ma tale da suscitare il bisogno di grattarsi. La forfora secca talvolta si associa ad individui affetti da Psoriasi presentandosi con squame secche bianco argentee e si lasciano attraversare dai capelli, senza avvolgerli e, non crea un ambiente ostile alla crescita fisiologica del capello.

La forfora grassa (pitiriasi steatosica) si manifesta con squame giallo untuose che , creano un ambiente seborroico, ostile alla fisiologica crescita del capello. La seborrea spesso, si accompagna alla desquamazione rendendo i capelli oleosi che emanano cattivi odori con ,condizione di disagio. La forfora grassa si associa spesso, ad individui con dermatite seborroica presentandosi con, infiammazione caratterizzata da piccole lesioni squamose diffuse sul cuoio capelluto, dietro le orecchie, all’interno del canale uditivo ,sulle sopracciglia e i peli sul petto. La forfora grassa, presente in individui affetti da dermatite seborroica, si può talora associare ad alopecia androgenetica maschile o femminile (AGA).

Le cause Principali:

  • Il ricambio di cellule epiteliali è eccessivo, la desquamazione avviene continuamente e in larga scala, molto spesso il ricambio è talmente veloce che le cellule non ancora giunte a completa maturazione vengono spinte nello strato corneo superficiale;

  • Può essere dovuto e accompagnato da secchezza del cuoio capelluto e eccessiva produzione di sebo, quindi un’irregolarità ghiandolare;

  • Pityrosporum ovale di Malassez detto anche Malassezia, un fungo parassita che si annida nello strato corneo dell’epidermide, normalmente presente sulla cute, ma che condizioni come l’eccessiva produzione di sebo fanno prolificare;

  • Aumento della secrezione sebacea a causa degli ormoni androgeni, tra cui il testosterone;

  • Stress, predisposizione;

  • Reazione della pelle a prodotti per capelli come gel, lacca e detergenti essiccanti e phone o casco con aria surriscaldata.

  • Errata alimentazione,dieta ricca di grassi e amido e, carente di antiossidanti e vitamine.

Dott.ssa Bianco