Esame Cute e Capelli *fino al 30/09/2019

Conoscere la caduta capelli in autunno

Caduta capelli in autunno: come riconoscerla e affrontarla

La caduta capelli in autunno è un fenomeno che tutti (chi più chi meno) abbiamo sperimentato. Non farsi prendere dal panico e riconoscere i segnali di una caduta dei capelli “sana” e non preoccupante è fondamentale per preservare il benessere anche dei capelli stessi. L’estate è per molti la più bella stagione dell’anno in cui le giornate si allungano, si sta più volentieri in compagnia degli amici, si va in vacanza, si è molto più attivi e anche psicologicamente si è più rilassati, così il buonumore ne trae giovamento.

Anche il metabolismo dei capelli in estate è fortemente accelerato tanto che i capelli crescono più velocemente.

Questa variazione di velocità nel ciclo vitale fa si, però, che tra la fine dell’estate e l’autunno ci sia un numero maggiore di capelli in fase telogen (capelli cioè in fase terminale e pronti a cadere). Per questo si assiste per circa 2-3 mesi ad un fisiologico aumento della caduta. Non deve quindi spaventare il fatto di perdere più capelli, e di trovarne di più dopo il lavaggio e sulla spazzola. Ricordate infatti che fisiologicamente si perdono dai 20 ai 50 capelli al giorno durante i vari periodi dell’anno. E che in primavera e soprattutto in autunno il numero dei capelli che cadono giornalmente può arrivare anche a 80-100. In genere, come già detto, i capelli che cadono sono tutti in fase telogen, cioè in fase terminale, per cui hanno la lunghezza degli altri presenti sulla testa e presentano il tipico bulbo a forma di goccia. In genere questo fenomeno persiste per un paio e se non intervengono altri fattori si risolve in maniera spontanea, riportando la quantità di capelli in caduta entro i parametri fisiologici.

Caduta capelli in autunno: come capire quando è il caso di preoccuparsi

E se i capelli continuano a cadere?

Chiaramente, essendo un fenomeno naturale, il consiglio migliore è quello di non preoccuparsi eccessivamente, poiché lo stress psicologico può influire negativamente aumentando ancora di più la perdita e l’indebolimento del capello. Anche se spesso è difficile mantenere la calma di fronte ad una abbondante perdita di capelli, è importante avere pazienza e aspettare un paio di mesi. Se la situazione non si risolve da sola è possibile che dietro la caduta capelli stagionale ci sia qualcos’altro. Ma anche in questo caso non è utile farsi prendere dal panico, poiché a volte può trattarsi anche di cause semplici da risolvere. Può essere importante invece fare un G Check-up l’esame di cute e capello per indagare e saperne di più sullo stato di salute dei vostri capelli e per capire quale può essere la soluzione più adatta al vostro problema di capelli. Il G Check-up è un’esame gratuito e ed è disponibile in tutte le dieci sedi di Istituto Giglio sparse sul territorio italiano. Trova quella più vicina a casa tua e prenota la tua consulenza

Per rimanere sempre aggiornato sui temi del benessere dei capelli seguici anche su Facebook 

Post Correlati

WordPress Video Lightbox