Esame Cute e Capelli *fino al 31/12/2018

Caduta capelli post parto

Caduta capelli post parto: perché i capelli sono più deboli dopo la gravidanza.

Caduta capelli post parto: una problematica diffusa in molte neo-mamme. Durante i nove mesi di gravidanza si assiste ad importanti cambiamenti ormonali. Il periodo di gestazione è caratterizzato da un notevole aumento degli Estrogeni che, hanno un effetto benefico, idratante e rigenerante sulla pelle e sui capelli. Dopo il parto, purtroppo, questo beneficio è destinato a scomparire e, si assiste nel  50% delle donne ad una improvvisa e massiva caduta dei capelli che molto spesso spaventa le neo-mamme.

caduta capelli post partum
Caduta capelli post partum

Il ciclo vitale e fisiologico dei capelli è normalmente composto da tre fasi che, durante i mesi di gestazione, vengono totalmente alterate dal cambiamento ormonale:

La fase di crescita del capello detta Anagen, che ha una durata variabile da persona a persona, solitamente 3/5 anni, ed é il momento in cui il capello si forma e cresce;

La fase catagen, nella quale rallentano progressivamente le funzioni attive e il capello arresta la sua crescita, questa fase dura mediamente 7/21 giorni.

La fase di riposo o Telogen che dura 3 / 4mesi e termina con la caduta del capello.

Al termine della terza  e ultima fase il follicolo rientra nella prima fase e ricomincia il suo ciclo di crescita.

Cosa succede durante la gestazione?

Durante il periodo di gestazione i capelli diventano più folti e belli perché l’elevato livello di estrogeni fa sì che la fase anagen, di crescita del capello, si allunghi. Inoltre la placenta produce prostaciclina, un potente vasodilatante che, aumenta il microcircolo e, a sua volta l’irrorazione dei tessuti del cuoio capelluto, quindi, il bulbo capillifero riceve maggior nutrimento e i capelli nascono più sani e forti. Inoltre l’aumento di estrogeni comporta un rallentamento dell’attività delle ghiandole sebacee ed i capelli appaiono meno grassi, più luminosi e puliti.

Cosa succede dopo il parto?

Dopo il parto la situazione peggiora drasticamente in quanto, si assiste al crollo degli estrogeni e, molte donne manifestano un’intensa e acuta perdita di capelli. Questa caduta repentina avviene perché un gran numero di follicoli passa improvvisamente in fase telogen, parliamo quindi di “telogen effluvium post-partum” o “defluvium post-partum”. Questa situazione peggiora con un aumento di prolattina, l’ormone dell’allattamento che, rende i capelli più deboli e accelera il passaggio dalla fase di crescita a quella di caduta. Inoltre, dopo il parto, gli ormoni androgeni (testosterone e derivati), non sono più bilanciati dagli estrogeni, aumentano la loro attività stimolando le ghiandole sebacee e, il cuoio capelluto risulta più grasso con capelli untuosi; molte donne devono purtroppo affrontare in questo periodo la comparsa di forfora e di anomalie del cuoio accentuate.

Oltre agli sbalzi ormonali si aggiungono eventuali carenze nutrizionali come la carenza di ferro che comporta un’anemia significativa tanto da  accentuare il defluvio o caduta.  La caduta dei capelli post parto è, dunque, un processo fisiologico e temporaneo che si arresta dopo i 12 mesi del parto; successivamente i capelli ritrovano il ritmo di crescita, ma, in alcuni casi si può sviluppare una sorta di alopecia androgenetica ed in questi casi il/la Tricologa esperta/o valuterà dopo una corretta indagine macro e microscopica del cuoio capelluto e, a carico dell’ambiente intrafollicolare, un trattamento adeguato per intervenire tempestivamente.

Prenota subito il tuo G-check up , l’esame di cute e capello che può far tornare il benessere sulla tua chioma.

Post Correlati

Leave a comment