Esame Cute e Capelli *fino al 31/12/2019

La calvizie è in aumento nelle donne

Calvizie e perdita dei capelli sono in aumento nelle donne e da Istituto Giglio arriva una nuova soluzione: si chiama Bio Pelle iHair. Disponibile solo nelle sedi italiane del centro tricologico: non è chirurgica, non è invasiva e non ha effetti collaterali, per questo è adatta quasi a tutti. La perdita dei capelli non riguarda solo la popolazione maschile. Negli ultimi anni infatti si è registrato un aumento dei problemi relativi alla caduta dei capelli nelle donne. Lo rivela uno studio portato avanti dagli esperti del Centro tricologico italiano Istituto Giglio. Uno studio che non si limita all’analisi dei dati statistici, ma che fornisce anche un rimedio al problema. La soluzione di recupero e infoltimento dei capelli studiata da Istituto Giglio non è chirurgica, non è invasiva e non ha effetti collaterali. Si chiama Bio Pelle iHair ed è già disponibile in dieci città italiane presso le sedi dei centri.

Le cause della caduta dei capelli nelle donne

Le cause legate della perdita dei capelli nelle donne sono diverse. Il 12% di donne lamenta problemi di caduta legati a situazioni di stress. Mentre il 5% ha problemi di perdita dei capelli e diradamento relativamente al periodo post parto. Il 12% invece evidenzia problemi di caduta capelli connessi a trattamenti chimici troppo aggressivi o sbagliati. Il 16% parallelamente alla caduta abbondante, soffre anche di problemi relativi ad alterazioni del cuoio capelluto come forfora, iperseborrea, dermatiti.

calvizie_donne

La soluzione

Bio Pelle iHair è il metodo di infoltimento e recupero dei capelli naturale e non chirurgico. Non sono stati registrati casi di effetti collaterali o rigetti, per questo viene realizzato quotidianamente su uomini e donne di qualsiasi età e colpiti da problematiche diverse. Il metodo Bio Pelle iHair consente di recuperare i capelli anche in situazioni in cui l’autotrapianto non è realizzabile, a causa di aree calve troppo vaste o non sufficienza di bulbi piliferi attivi. Viene proposto anche come metodo di infoltimento per valorizzare i risultati delle trattamenti tradizionali o dello stesso autotrapianto, oppure come soluzione unica. Si registrano già oltre 25mila casi di calvizie trattati e risolti con successo. L’aspetto innovativo sta nella totale personalizzazione del metodo: dal numero di capelli da recuperare, al numero di sedute in cui realizzare l’infoltimento, fino ad arrivare allo styling e alla cura dei nuovi capelli.

La spinta alla ricerca di soluzioni alla calvizie proviene da un problema personale. A causa dell’alopecia androgenetica ho perso i capelli da giovanissimodichiara Giuliano Cristofaro, co-fondatore di Istituto Giglio Così è iniziata la ricerca per risolvere il mio problema e quello di tutti coloro che come me si sono sentiti delusi e frustrati da rimedi non efficaci e dalla perdita di controllo sulla propria immagine. Per questo dal 1991 supportiamo italiani e italiane di tutte le età nel recupero dei propri capelli e dell’armonia con sé stessi.” 

Prenota subito: la prima consulenza è gratuita

Non è detto che una copiosa perdita di capelli si nasconda un problema grave o non risolvibile. Molto spesso basta scoprire in tempo la causa ed intervenire tempestivamente è un’azione che può salvare i capelli e il benessere generale della cute. Nella maggior parte dei casi, è sufficiente un ciclo di trattamento laser in combinazione con la divisione tricologica Bio iCare a base di oli essenziali estratti dalle piante più preziose, per bloccare la caduta dei capelli e dare sollievo ai bulbi piliferi dormienti. Eccellenza di Istituto Giglio anche la soluzione Bio Pelle iHair, per contrastare i casi di calvizie più estesi.

In tutte le sue sedi Istituto Giglio offre gratuitamente l’esame della cute e del capello a tutti coloro che si prenotano attraverso il numero verde o il sito web.

Post Correlati

WordPress Video Lightbox